Due vite, un destino.

Rocco Chinnici – Misilmeri, 19 gennaio 1925 – Palermo, 29 luglio 1983.
Paolo Borsellino – Palermo, 19 gennaio 1940 – Palermo, 19 luglio 1992.

Due vite, due compleanni, due eroi, un destino.
Erano veramente semi, come tutti gli eroi che sono arrivati all’estremo sacrificio per un’Italia migliore, due semi che hanno generato frutti non solo in Italia, ma nel mondo intero.
Siamo giunti al 19 gennaio 2023, Paolo Borsellino avrebbe festeggiato 83 anni, Rocco Chinnici avrebbe compiuto 98 anni, avremmo potuto abbracciarli ancora e festeggiare con loro, se mani assassine non avessero interrotto le loro preziose vite.
Tocca a noi ricordali giustamente, affinché il loro sacrificio non sia stato vano!
La recente cattura dell’assassino Matteo Messina Denaro, dopo 30 anni di latitanza, ci aiuta sicuramente a festeggiare i loro compleanni con un sorriso in più, ma quante domande devono ancora ricevere una risposta? Due tra tutte, chi e perché, soprattutto nelle istituzioni, ha coperto la latitanza dorata del criminale? Che fine ha fatto l’Agenda Rossa del giudice Borsellino, trafugata in Via D’Amelio quel 19 luglio 1992?
Festeggiamo Paolo e Rocco, si, perché per noi sono vivi, gli assassini hanno tolto loro la vita, ma il loro Spirito, i loro insegnamenti, sono sempre vivi in noi e camminano con le nostre gambe.
Due alti magistrati impegnati nella lotta a “cosa nostra” che hanno fatto scuola e storia, tocca noi tutti della società civile, non soltanto agli “operatori del settore”, ricordare queste due alte figure, dobbiamo fare nostri i loro insegnamenti, riportali e trasmetterli agli studenti, ai nostri figli, ai nostri nipoti, solo così si terrà vivo il loro ricordo ed i loro insegnamenti.
Nel nostro impegno non avremo benefit, non avremo soldi, non avremo riconoscimenti, mi piace pensare però che, come disse il Generale Dalla Chiesa: “Certe cose non si fanno per coraggio, si fanno solo per guardare più serenamente negli occhi i propri figli e i figli dei nostri figli”.
L’insegnamento di Rocco Chinnici che, con un suo aforisma ci indica la strada: “Sino a quando l’amore illumina i nostri cuori, la vita continua ad avere un senso”.
Quanti gli aforismi celebri di Paolo Borsellino che hanno fatto scuola! Per il nostro impegno mi piace ricordare questi:
“E’ normale che esista la paura, in ogni uomo, l’importante è che sia accompagnata dal coraggio. Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti.”
Vorrei lasciarvi con questa che è diventato uno dei miei motti e che mi da la forza di andare avanti:
“Un giorno, questa terra sarà bellissima!”
Tanti auguri di buon compleanno cari Paolo e Rocco, siete e sarete sempre nei nostri cuori, insieme in paradiso vegliate su di noi insieme agli altri martiri della legalità!

Giuseppe Carbone
A. R. Liguria

L’articolo Due vite, un destino. proviene da 19luglio1992.com.

Leggi Tutto

Fonte 19luglio1992.com

(Visto 1 volte, 1 visite oggi)
Skip to content